La memoria dell’acqua

La memoria dell’acqua

dal 5 al 11 maggio

Spettacolo unico ore 18.00

Lunedì 9 maggio riposo settimanale

Martedì 10 sala riservata per la rassegna “Fedi in gioco” con la proiezione del film “Magic Man” (proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano)


Un bottone di madreperla incrostato nella ruggine di una rotaia in fondo al mare: è una traccia dei desaparecidos di Villa Grimaldi a Santiago, il grande centro cileno di detenzione e tortura sotto la dittatura di Pinochet. Un fiume che scorre e il tintinnio delle cascate: è la canzone dell’acqua alla base della cultura dei Selknams, popolazione nativa sudamericana trucidata dai colonizzatori. Due massacri, e la memoria dell’acqua: sono le chiavi narrative per raccontare la storia di un Paese e delle sue ferite ancora aperte, per percorrere il Cile e la sua bellezza, il Cile e la sua violenza.